I collaboratori

Andrea Campora

Nato il 15 ottobre 1975, incomincia giovanissimo lo studio del pianoforte conseguendo il Diploma nel 1993 presso il Conservatorio “N. Paganini” di Genova sotto la guida della prof.ssa Silvia Pautré. Quasi contemporaneamente, inizia lo studio della composizione con il M° Gian Marco Bosio, proseguendolo con il M° Carlo Mosso; termina quindi il corso superiore di composizione al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, diplomandosi brillantemente sotto la guida del M° Gilberto Bosco nel 1999. L’anno successivo presso lo stesso Conservatorio si diploma in Direzione d’orchestra e, contemporaneamente, porta a termine gli studi universitari laureandosi con lode in Matematica. Nel 1998 partecipa alla quarta edizione del Concorso Internazionale di Composizione “2 Agosto” a Bologna, ottenendo una Menzione Speciale della Giuria per il lavoro Movimento per strumenti a percussione e orchestra. Nel 1999 è finalista al “Dimitris Mitropoulos Intrenational Competition for Composing” con il brano Concerto for Orchestra, eseguito ad Atene dall’Orchestra of Colours. Parallelamente alla composizione, svolge un’intensa attività come pianista accompagnatore per cantanti lirici e formazioni corali collaborando con artisti quali il M° Carlo De Bortoli e il M° Ottavio Garaventa. E’ stato maestro collaboratore di sala e di palcoscenico presso l’Opera Giocosa di Savona nelle stagioni 2001 e 2002 per le opere La Traviata, Don Giovanni e L’elisir d’amore. Presso il Teatro Regio di Torino è stato maestro collaboratore di sala e di palcoscenico per A streetcar named Desire di A. Previn (stagione 2002/2003); Orfeo all’inferno, Fanciulla del West (2003/2004), Don Giovanni (2004/2005); Aida, The Consul di Gian Carlo Menotti (2005/2006); Le Nozze di Figaro, Cavalleria rusticana, Œdipus Rex di I. Stravinsky (2006/2007); Salome di R. Strauss (2007/2008); Thais di J. Massenet (2008/2009). E’ stato maestro suggeritore per Billy Budd di B. Britten (2004/2005), La Tempesta di Purcell/Galante (2005/2006), Ariane et Barbe-Bleue di P. Dukas (2007/2008) e La Bohème (2007/2008). E’ inoltre docente di Teoria, solfeggio e dettato musicale: dal 2004 al 2008 presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, attualmente presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino.

 

Nikolai Bogdanov

Nikolai Bogdanov, nato in Ucraina (ex-URSS) nel 1984. Ha frequentato la Scuola Speciale Statale di Musica di Harkov nella classe di Svetlana Zakharova, dove si è segnalato per il suo particolare talento pianistico. In seguito all’affermazione al Concorso Internazionale di Pinerolo è stato invitato ad approfondire la sua preparazione musicale in Italia. Nel 2002 ha conseguito il Diploma di Pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione speciale all’unanimità sotto la guida del M° Maurizio Barboro al Conservatorio G. F. Ghedini di Cuneo e successivamente, nel 2009 con lo stesso maestro, la laurea di secondo livello a pieni voti, lode e menzione in pianoforte ad indirizzo concertistico al Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria. Nel biennio 2005-2006 ha frequentato un corso di perfezionamento presso la Staatliche Hochschule für Musik a Freiburg (Germania) con il M° Vitali Berzon Nel 2007 ha conseguito il Compimento Medio in Composizione , nella classe di Paolo Minetti. Svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Ha partecipato a numerosi Concorsi Pianistici Internazionali e Nazionali, aggiudicandosi più di 20 primi premi assoluti o risultando comunque tra i premiati: Concorso “Stupen k masterstvu” di S. Pietroburgo (Russia), Concorso Internazionale di Pinerolo, Concorso Giovanile Skrjabin di Grosseto, Concorso Internazionale F. Chopin di Roma, Concorso Internazionale di Racconigi, Premio “Vanna Spadafora” di Roma, Concorso Nazionale “Premio Sergio Cafaro”, Concorso Agimus a Roma, Concorso Terme di Saturnia, Concorso J. S. Bach di Sestri Levante, Concorso Luigi Nono di Venaria Reale, Concorso Internazionale di Cortemilia e altri. Fin da giovanissima età si è esibito in qualità di solista con orchestra nei concerti di Bach, Beethoven, Haydn, Mozart e Chopin con diverse formazioni tra le quali l’Orchestra Giovanile di Harkov, l’Orchestra Filarmonica di Harkov, l’Orchestra Filarmonica di Bacau (Romania), l’Orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte, la Mannheimer Kammerorchester (Germania), l’Orchestra Classica di Alessandria, l’Orchestra del Master .

 

Åsa Birgitta Marcusson

Figlia d’arte è nata ad Örebro (Svezia) e si è dedicata giovanissima alla musica nella sua città natale prendendo contemporaneamente la maturità linguistica. Studia violino e canto, ma deve molto nella sua formazione all’esperienza corale della grande tradizione nordica e specialmente all’esperienza corale da camera dove ha partecipato in qualità di solista in concerti di musica sacra e oratoriale specializzandosi nell’interpretazione sempre cameristica di musicisti nordici come Alfven, Wideen e Grieg; svolge anche attività didattica insegnando prima al Liceo ad indirizzo musicale e poi all’Università di Örebro.Trasferitasi in Italia studia canto artistico al Conservatorio di Pesaro con Emma Raggi Valentini svolgendo contemporaneamente attività solistica in gruppi di musica antica dove viene scelta a coprire numerosi ruoli in concerti tenuti dall’ensemble Ars Antiqua di Pesaro. Termina brillantemente gli studi al Conservatorio “N. Paganini” di Genova con Gabriella Ravazzi e partecipa a numerosi spettacoli dedicati ai giovani organizzati dal corso di didattica del Conservatorio e contemporaneamente si interessa di musica sperimentale mettendosi a disposizione dei gruppi di produzione “L. Dallapiccola” diretti da Gian Marco Bosio dove si fa notare per professionalità e serietà nella realizzazione di numerosi concerti sulla musica del ‘900. In seguito la troviamo come assistente di Gabriella Ravazzi nei corsi di perfezionamento vocale a Diano Marina ed in quelli di Bordighera e viene chiamata a partecipare a commissioni di canto, musica da camera e canto corale in concorsi nazionali ed internazionali. Insegnate di ruolo nelle scuole medie di Stato unisce all’insegnamento l’attività artistica fondando e dirigendo il coro di voci bianche “Rebora” dell’omonima scuola di musica di Ovada (AL) e partecipa attivamente al coro da camera “L.Dallapiccola” con il quale registra alla RAI di Genova musica del ‘900 come i “Nonsense” di Petrassi e “Malmaritati e Malammogliati” di Dallapiccola; inoltre con lo stesso gruppo si dedica all’esperienza teatrale realizzando “Treemonisha” di S. Joplin, “Don Pasquale” di G. Donizetti e “Falstaff” di G. Verdi sotto la direzione di Peiretti, Muller, Amisano e Bosio. Di grandi prestigio e successo la realizzazione di “Jephte” di Carissimi in forma scenica al Ridotto del Teatro alla Scala di Milano. Lavora come insegnante per il C.U.T. di Genova (Centro Universitario Teatrale) ed in numerosissime altre associazioni. E’ titolare della cattedra di canto presso l’Istituto Musicale “Alfredo Casella” di Novi Ligure.